Il pendolino

Il pendolino è lo strumento principe dell'arte radiestesica e ci permette di avere risposte dai piani sottili superando i limiti della mente razionale. Risposte che riceviamo dal nostro Sé superiore quando non siamo in grado di "sentirle" diversamente o di trovare una soluzione ai nostri quesiti. Interrogare il pendolino è un arte che si affina con l'aiuto della concentrazione e con la purezza di cuore. Se vogliamo delle risposte attendibili dobbiamo fare domande in assenza di "pensieri spazzatura" che influenzerebbero negativamente il movimento del pendolino, ma con il cuore aperto a ricevere un Dono. Quindi possiamo porre domande quando siamo rilassati e in una condizione di stabilità emotiva, concentrandoci sull'oggetto della ricerca con calma e in assenza di preoccupazioni.

I pendolini che produciamo sono disoinibili in diverse tipologie e ognuna di queste attirerà a sé il suo "proprietario" in una sorta di empatico incontro a due, complice e indissolubile.

Una volta scelto il vostro personale pendolino che vi risuona di più, potete chiedergli quale sarà il movimento del vostro SI e del vostro NO. Esso non è uguale per tutti, perché il pendolino può esprimere il SI e il NO con un moto rotatorio o ortogonale, verticale o orizzontale a seconda delle personali caratteristiche di ognuno.

I pendolini sono indicati anche per misurare la frequenza vibratoria in gradi Ångström o Bovis di qualsiasi cosa, oggetti, persone, cibo. Con un circuito, come quello rappresentato sotto, si possono porre domande al pendolino per sapere quanto misura un determinato cibo, se ci fa bene o quanto misura un libro che vogliamo acquistare e leggere, oppure conoscere la vibrazione energetica di un luogo, una casa, un ambiente, ecc.

Sono disponibili tre tipi di pendolini: il Fiocco di Neve, il Goccia d'oro e il Cavo Ghianda apribile, al cui interno si può inserire un testimone o un cristallo di Herkimer che memorizza le informazioni e dà una maggiore centratura alle risposte del pendolino.